Witold Pruszkowski e il suo Anhelli

Witold Pruszkowski e il suo Anhelli.

Witold Pruszkowski è un pittore polacco, realizzando nella seconda metà dell'Ottocento. La sua sensibilità artistica lo ha posto alla pari con gli artisti che lavorano sulla base del romanticismo polacco. Una tale conclusione può essere tratta solo sulla base di questo, che una ricca fonte di ispirazione per questo artista sono state principalmente le opere letterarie di questa importante era culturale per la Polonia e gli argomenti che ha intrapreso. Le scene di genere occupavano un posto molto importante nel suo lavoro, raffigurante la specificità della vita delle persone semplici, così come visioni intrise di fantasia e intrise di uno stato d'animo di malinconia o mistero. Un posto speciale in questa produzione è stato occupato dalle illustrazioni peculiari delle opere di Słowacki, zwłaszcza poematu Anhelli. Una storia su un esule siberiano, stilizzato come testo biblico, si è rivelata una scusa per creare immagini in movimento. Sebbene le visioni di Pruszkowski tocchino argomenti difficili, perché è legato al romanticismo, martirio nazionale, tuttavia, come contro ogni previsione, sono visioni tenute in colori pastello. La morte di Ellenai è un'immagine dominata dalle sfumature del rosa, Eloe raffigura un paesaggio da cimitero, ma pieni di bianco - entrambi sembrano brillare, risplendere della luce immaginata sulle tele. Postaci Anhellego, immaginato dall'artista, sono decisamente più scuri, tuttavia, queste composizioni sono illuminate dal paesaggio siberiano, accattivante ironicamente con colori favolosi.

Le morti di Ellenai ed Eloe appartengono alle collezioni raccolte nella sede di Breslavia del Museo Nazionale, Anhelli si trova a Varsavia, e Death of Anhelli è di proprietà privata.