Controllare il contenuto di olio in TRI

img28Controllare il contenuto di olio in TRI

Controllare il contenuto di olio in TRI. A tal fine, viene addebitato 200 – 250 ml „tri” lo raffredda a temperatura ambiente, si riversa in un cilindro graduato e introduce un idrometro, tirandolo fuori lentamente dalle dita, in modo che non tocchi il fondo o la parete del vaso. Dopo aver aspettato 1 – 2 min leggere l'idrometro, e la percentuale di impurità è determinata dal diagramma. L'acidificazione del "tri” è segnato da tremori 100 ml di un campione di un bagno con acqua e l'uso di blu di bromofenolo come indicatore. Se lo strato d'acqua diventa giallo, questo bagno è inutilizzabile. Per la tinta blu, l'alcalinità viene controllata mediante titolazione 0,1 HCl e convertito in NaOH. Quantità consumata 0,1 n HCl non deve superare 0,2 ml. È necessario evidenziarlo, che usando tricloroetilene e solventi simili non è possibile rimuovere simultaneamente contaminanti come sali inorganici dalla superficie metallica, ad es.. indurimento, impurità meccaniche fortemente incorporate, come gli ossidi di cromo inclusi nei nastri lucidanti e altre impurità insolubili in solventi clorurati.