Potenziali differenze sull'elettrodo

pm523Potenziali differenze sull'elettrodo

Potenziali differenze sull'elettrodo. Le differenze di potenziale rispetto all'elettrodo a idrogeno possono così essere determinate per metalli diversi. I loro valori possono essere un segno meno o un segno più, cioè. può essere maggiore o minore di zero su una scala relativa. La differenza dei potenziali dell'elettrodo di platino lavato con idrogeno e dell'elettrodo di argento ha il segno opposto rispetto al caso discusso in precedenza. Potenziali differenze misurate con un potenziometro rispetto all'elettrodo di idrogeno preso come elettrodo standard. Metalli alcalini e alcalino terrosi (per esempio.. Na o Ca), che hanno gli elettroni nell'orbita esterna legati in modo più lasco, mostrano una differenza potenziale maggiore rispetto al ferro. Al contrario, metalli preziosi, per esempio.. argento, producono meno elettroni dell'idrogeno e sono quindi al di sotto dell'idrogeno sulla scala del potenziale. L'elettrodo che dona gli elettroni al circuito esterno è l'anodo, e l'elettrodo che riceve gli elettroni dal circuito esterno è un catodo. Se c'è contatto tra il catodo e l'anodo, un potenziale anodico più elevato fa fluire gli elettroni al catodo. La corrosione è così, che l'anodo si dissolva, e il metallo si trasforma in uno stato ionico con il rilascio di elettroni. L'idrogeno viene rilasciato al catodo fondendosi con gli elettroni che passano dall'anodo degli ioni idrogeno presenti nell'acqua, che è noto per essersi parzialmente dissociato nello ione H + e nello ione (OH)- Il processo di evoluzione dell'idrogeno al catodo. Va notato, che la perdita di ioni H +, che, quando combinato con gli elettroni, emergono dalla soluzione come un gas (idrogeno), la concentrazione di ioni idrossido aumenta (OH)” vicino al catodo. L'aumento del contenuto di ioni idrossido è equivalente all'aumento dell'alcalinità nell'area vicino al catodo, cioè con un aumento del pH.