Pittura dell'epoca romantica

Pittura dell'epoca romantica

Il romanticismo è un'epoca, distinto dalla storia della letteratura e dell'arte, le idee che permeavano gli artisti a lui associati erano evidenti in molti campi dell'espressione artistica, e tra slogan ideologici, accompagnamento di eventi politici violenti, avvenuta durante il diciannovesimo secolo. La pittura di questo periodo è una serie di illustrazioni di idee e motivi, che ha occupato l'immaginazione dei romantici. Disposti a descriverli con il linguaggio dell'arte, prima di tutto, occorre prestare attenzione al loro espressionismo.

Il tema delle grandi tele

Descrivere il romanticismo, la sua opposizione all'illuminismo e al classicismo che lo hanno preceduto viene spesso sottolineata. C'è, tuttavia, un'osservazione corretta in questa formulazione, non affronta sufficientemente questo problema. Non era tanto la volontà di negare tutto ciò che era alla radice del romanticismo, quello che ha fatto l'ultima generazione nel campo della cultura, quanto è un tentativo di attirare l'attenzione su questi aspetti della cultura europea, finora sottovalutati. La tendenza precedente è stata invertita, riferendosi alle tradizioni mediterranee, come fonti della cultura del continente. L'attenzione dei creatori si è spostata nel misterioso nord dell'Europa, il mondo delle sue passioni, leggende e visioni oscure. La cultura popolare è stata data una posizione privilegiata, pieno di fantastiche visioni, riferendosi alla cultura di una data nazione. Le tendenze artistiche principali erano, soprattutto, lo storicismo, cioè, un'attrazione per il lontano passato, soprattutto a volte medievale e orientalismo, cioè essere incuriositi da culture esotiche per gli europei. All'inizio dell'attuale frenesia romantica era anche popolare, cioè macabre visioni di distruzione e morte. Sottolineando da studi superficiali, la sfiducia dei romantici nei confronti del razionalismo era correlata al loro tratto caratteristico., che hanno percepito e descritto il mondo attraverso il prisma dei sentimenti. La nobilitazione dei sentimenti di un individuo era un fattore costitutivo per il romanticismo.

Adorare il potere della natura

Allontanarsi dalle conquiste della civiltà della cultura europea, i romantici hanno particolarmente apprezzato la bellezza della natura, guardando tutti i suoi volti con soggezione. Agli occhi dei romantici, la natura era una creazione altrettanto bella, che è potente e pericoloso. Molte immagini romantiche presentano l'uomo come lo spettatore dello spettacolo diffuso dalla natura. Vale la pena menzionare due dipinti di Caspar David Friedrich: Uomini che contemplano la luna e il Viandante sopra il Mare di Nebbia. I personaggi raffigurati non sono i principali punti di interesse qui, vengono allontanati dallo spettatore e sono solo un incentivo, interessarsi alla vista che si estende oltre. Un altro artista, famoso per presentare visioni fugaci, documentare gli elementi selvaggi presenti in natura, era William Turner. Le sue tele più famose, cioè Rain, per, velocità o nave schiava, già presentano il mondo in maniera preimpressionista, sforzandosi di ricreare fedelmente lo sguardo dell'artista attraverso il gioco di macchie colorate.