Terreno edificabile

Terreno edificabile

Per terreno edificabile si intendono tutte le formazioni geologiche nel raggio di influenza dei carichi delle strutture erette o utilizzate per la costruzione di strutture in terra (per esempio.. dighe).

I terreni dell'edificio sono suddivisi in gruppi e classi a seconda delle loro caratteristiche fisiche e tecniche. Per ciascuno di essi, il valore della pressione ammissibile trasmessa attraverso le fondamenta dell'edificio è definito dalle norme edilizie. Significativa influenza sulle caratteristiche tecniche g.b. ha il livello delle acque sotterranee e le sue fluttuazioni durante tutto l'anno.

Il terreno edificabile appartiene a: rocce (formazioni geologiche formate durante la formazione della crosta terrestre, generalmente caratterizzato da bassa porosità, alta resistenza e bassa deformabilità), terra minerale naturale (contenente meno di 2% parti organiche), terreno biologico naturale (terre vegetali, contenente più di 2% parti organiche) e terrapieno (da scavi o lavorazioni).

Terreno edificabile, tranne che per le rocce, hanno una struttura granulare, sono costituiti da particelle costituite da rocce primarie alterandole e frantumandole. La distribuzione granulometrica dei suoli edilizi è determinata in base alla percentuale delle singole frazioni di parti minerali (la frazione argillosa presenta grani di diametro inferiore a 0,002 mm, polvere - 0,002…0,05, sabbia - 0,05…2, ciottolo - 2…25, roccioso - con un diametro maggiore di 25 mm).

Il terreno da costruzione minerale è suddiviso in terreno non coesivo (sciolto) - contenente meno di 2% frazione argillosa e inferiore a 30% frazione di polvere (ghiaia, caos, sabbie) e coesivo - contenente più di 2% frazione argillosa (sabbie argillose, poliziotti, argilla). La coesione è tanto maggiore, maggiore è il contenuto di frazione argillosa nei terreni da costruzione.

La condizione dei terreni da costruzione non coesivi è caratterizzata dal grado di compattazione, terreni da costruzione coesivi - il grado di plasticità. Terreno edificabile, che sotto l'influenza del gelo aumentano il loro volume di oltre 9% il volume d'acqua contenuto nei pori del terreno - questi sono terreni ammucchiati (tale suscettibilità al gelo è dimostrata principalmente da terreni coesivi). La dimensione delle piantagioni dipende dal tipo di terreno, la sua umidità, livello delle acque sotterranee e profondità di congelamento. L'aumento del volume dei terreni edificabili può causare il sollevamento di fondazioni poco profonde e superfici stradali. Il terreno da costruzione non coesivo di solito non presenta cedimenti. Sono presenti anche piccoli terreni edificabili (incerto, dubbioso) - il più delle volte ghiaia e sabbia mescolate con argilla.

L'idoneità del suolo per scopi di costruzione è determinata da: la capacità del terreno di sopportare i carichi sulla struttura (resistenza alla compressione, resistenza al taglio) e la resistenza associata al cedimento e alla facilità di movimento terra (facilità di rottura, la capacità di persistere, senza ulteriore sicurezza, muri di scavi e terrapieni, peso volumetrico del terreno).